BackBackMenuClosePlusPlusSearchUluleUluleUluleChatFacebookInstagramLinkedInTwitterYouTube

Incontro con un progettista - Atlantis

  • #1

    Un artbook che rappresenta i confini esistenti ed immaginari in un mondo sempre più in balia di esodi travagliati; un opera a sostegno di "Migrant Offshore Aid Station" (ONG specializzata in ricerca e soccorso in mare) finanziata grazie al crodfunding. Le ragazze di ATLANTIS, Sara e Daniela, ci raccontano la loro esperienza. 

    Prima della campagna "Atlantis" quali erano i vostri preconcetti del crowdfunding?

    Nessuno, direi. Abbiamo sempre pensato che fosse un modo utile per provare a realizzare un progetto, ecco perché per Atlantis, che necessitava di una raccolta fondi, ci siamo avvicinate subito ad Ulule.

    Noi tutor non lo ripetiamo mai abbastanza: il crowdfunding richiede tempo e strategia! Ce lo confermate? Quali sarebbero i vostri consigli per un futuro progettista?

    Confermiamo!! La campagna crowdfunding richiede grande impegno ed energie. Non è facile come sembra. Il nostro consiglio è di far appassionare mano a mano il pubblico che segue il progetto, renderlo partecipe a sua volta delle ragioni del finanziamento e coinvolgerlo nelle varie fasi di raggiungimento dell’obiettivo.

    Quanto utile è stata la campagna di crowdfunding di Atlantis per fare comunicazione e dare maggiore visibilità ad un’organizzazione come MOAS?

    Sicuramente è stato un modo per far conoscere a molti una realtà diversa. 

    Quale e quanto riscontro sul pubblico avete percepito durante e dopo la campagna?

    I risultati sono stati buoni, anzi, ottimi, visto che siamo riuscite a portare a termine la campagna con successo. Ma è stato faticoso: oramai le notizie sul web circolano in modo vertiginoso, un post (su qualsiasi social) viene scavallato il secondo dopo dal successivo e la notizia si perde con facilità. Bisogna avere pazienza e fare una comunicazione intelligente, costante e mirata.

     

    Campagna di Crowdfunding Atlantis

    Cosa vi è piaciuto di più di questa esperienza?

    La consapevolezza di aver portato a termine una campagna che potrà fornire un aiuto reale, concreto, per aiutare un’organizzazione che ogni giorno prova a salvare delle vite. Questa per noi è una grande vittoria.

     Posted on 04 December 2016 at 11 h 46 (6 months, 3 weeks ago)

Reply

 You have to be connected

Login  Register

 Statistics